I chirichetti della diocesi alla loro festa

Il Primo maggio si è svolta la 33^ festa Diocesana dei chierichetti nel Seminario di Castellerio di Pagnacco. Io, assieme a mio figlio e ad altri chierichetti della nostra Parrocchia accompagnati da suor Giuseppina, abbiamo avuto il piacere di partecipare.

E’ stata una giornata ricca ed intensa di attività ma soprattutto di emozioni. E sono proprio le emozioni e lo spirito di questa giornata che vorrei condividere con quanti leggeranno questa mia testimonianza.

Già dal mattino presto numerosi gruppi avevano invaso il seminario, super organizzato e pronto ad accogliere migliaia di persone. Direi che si percepiva sin da subito un clima di festa, di gioia contagiosa. Divertimento ma anche riflessione sul tema proposto “Vi ho dato l’esempio” e preghiera che ha avuto il suo apice in tarda mattinata quando, in processione, tutti assieme siamo giunti nella chiesa di Pagnacco e abbiamo assistito alla S.Messa celebrata dall’Arcivescovo di Udine Mons. Bruno Mazzocato.

Eravamo tantissimi non solo chierichetti, seminaristi, parroci, suore e accompagnatori ma animatori, scout, catechisti, anche la banda e gli alpini, soprattutto quello che mi ha colpito erano le numerose famiglie.

Famiglia come la mia, magari con delle nonne o zie al seguito, orgogliose, come me, di quel ministrante che nelle celebrazioni offre con umiltà il proprio servizio, contribuisce con quei piccoli gesti a rendere speciale la S. Messa.

Avvertivo un gran senso di unione, di essere calata in una realtà diversa dal mio quotidiano dove pensieri, preoccupazioni, ansie di vario genere appesantiscono le giornate, dove gli impegni sono tessere di un puzzle da costruire giornalmente sperando che tutto si incastri alla perfezione. Invece mi sentivo leggera, sollevata, fiduciosa perché eravamo in tanti a condividere questa esperienza e questo mi ha dato forza!

Ai nostri figli diamo tutto perché siano felici, alle volte però basterebbe esserci e stare accanto a loro, condividere il percorso che stanno facendo. Diventa così un’esperienza di crescita condivisa che acquista un valore che rimane nel tempo, un’impronta permanente che sarà esempio per il prossimo.

Ecco allora che il tema: “Vi ho dato l’esempio” l’ho fatto mio, da genitore esserci con Luca il 1° maggio è stato “dare l’esempio”, soprattutto nei confronti di quanti non erano presenti quel giorno e che sicuramente ci saranno al prossimo incontro!

GRAZIE

Bearzot Alessia

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter