III Domenica di Pasqua

Il Vangelo di questa domenica ci racconta che due discepoli di Gesù il giorno di Pasqua si erano incamminati verso il loro paese: Gesù era morto e sepolto e pensavano che anche i suoi insegnamenti rimanessero come ricordo di una speranza delusa.

Erano tristi quando Gesù, che essi non hanno riconosciuto, li ha raggiunti e hanno affermato di aver sentito qualche cosa del racconto delle donne andate al mattino al sepolcro, ma non hannoritenuta veritiera quella voce: Noi speravamo che fosse Lui a liberare il nostro popolo”; quindi profonda delusione.

Come è riuscito Gesù a trasformarli e a riaccendere il loro entusiasmo e la gioia?

Lo dice il Vangelo: spiegando la Parola di Dio e “spezzando” con loro il Pane.

Se riflettiamo un momento ci accorgiamo che è la Santa Messa alla quale siamo invitati tutte le domeniche e le feste.

Così si capisce perché, senza la Parola di Dio e senza l’Eucarestia, si affievolisca la fede e si viva nella indifferenza che ci porta a guardare alle creature (le cose) e a dimenticare il Creatore.

Un po’ alla volta la polvere si è appoggiata sui mobili della nostra casa e questi hanno perduto la lucentezza del tempo passato.

E’ ora di togliere questa polvere dalla nostra vita per ritrovare la capacità di vivere nella gioia con la ricchezza della pace e dell’amore.

Il prossimo venerdì inizia il mese di Maggio, mese dedicato alla Madonna.

Non sappiamo ancora come saranno le nuove disposizioni, ma io invito fin da ora le famiglie a recitare in casa il Rosario per domandare la grazia della salute e del ritorno alla normalità.

In passato i Friulani e anche i Fagagnesi, di fronte a gravi pericoli, hanno sempre fatto ricorso alla Madonna.

In questo momento per noi e per tutti mettiamoci nella mani di Maria e chiediamo il Suo aiuto.

Siamo certi che Lei, che è anche Madre nostra, non resterà insensibile alle nostre preghiere e alle nostre suppliche.

Si sente quotidianamente parlare di una “fase 2”, cioè di un allentamento delle norme restrittive: non dimentichiamo mai la prudenza.

A tutti il mio saluto più caro e cordiale sperando di ritrovarci presto insieme.

Don Adriano

48C9119F-453B-4307-B6F0-0F9A3B5D4050

DIRETTA FACEBOOK SANTA MESSA DOMENICALE DELLE ORE 10.00

Il collegamento dalla chiesa Parrocchiale di San Giacomo, attivo a partire da qualche minuto prima dell’inizio della celebrazione, sarà disponibile sulla pagina Facebook del Gruppo Animatori Parrocchiali raggiungibile dall’app Facebook o tramite il seguente link:

https://www.facebook.com/AnimatoriParrocchialiFagagna/

Logo social

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter